Overbite: come correggere i denti sporgenti

Overbite | Studio di Ortodonzia Dott. Dario Donataccio

Overbite: come correggere i denti sporgenti

L’overbite è una delle malocclusioni dentali più comuni nei bambini ma anche molti adulti hanno quotidianamente a che fare con i “denti sporgenti”. Cerchiamo di capire quali sono le cause di questo difetto di allineamento e poi valutiamo le migliori per soluzioni per correggerlo.

 


Che cos’è l’overbite?

 

Viene definito colloquialmente anche con l’espressione “denti da coniglio” che inequivocabilmente delinea la caratteristica principale di questo difetto di allineamento: i denti anteriori superiori sporgono in avanti rispetto a quelli inferiori.
Si tratta di una delle malocclusioni dentali più comuni dove con malocclusione si intende qualsiasi allineamento scorretto dei denti.

Quali sono le cause più comuni dell’overbite?

 

Tra le prime cause c’è sicuramente l’ereditarietà: i tratti genetici come la forma della mandibola possono ovviamente influenzare l’allineamento dei denti.
Tra le altre cause più comuni includiamo:

  • il digrignamento dei denti
  • il disturbo temporo mandibolare
  • la prolungata suzione del pollice in età infantile
  • il prolungato uso del ciuccio nei bambini soprattutto dopo i 3 anni di età
  • eccessiva spinta della lingua
  • mangiarsi le unghie in modo eccessivo

 

Cosa succede se non viene trattato?

 

Se è vero che un lieve overbite solitamente non crea grossi problemi e non da fastidio è anche vero che un overbite più significativo che non viene corretto ha delle spiacevoli conseguenze:


  • può rendere difficile la respirazione
  • può rendere difficile la masticazione
  • può causare l’insorgenza di malattie gengivali
  • può causare dolore alla mandibola o far insorgere il disturbo temporomandibolare
  • può essere fonte di frequenti mal di testa
  • può dare origine a una o più carie
  • può causare disturbi nella fonazione (linguaggio)

 

Non figura tra le conseguenze fisiche ma merita comunque una menzione l’abbassamento dell’autostima che è un effetto non facilmente misurabile e tuttavia non secondario perché fonte di disagio.
 

Come prevenire l’overbite nei bambini

 

Tralasciando il fattore ereditario si può intervenire in età infantile per prevenire la malocclusione: 

  • limitare o evitare del tutto l’uso di tazze per bambini con beccuccio, soprattutto dopo il primo anno di età
  • scoraggiando la suzione del pollice
  • limitando l’uso del ciuccio dopo i 3 anni
  • fissando una visita odontoiatrica nei primi anni di età 
 

Overbite | Studio di Ortodonzia Dott. Dario Donataccio

Come correggere questa malocclusione?

 

Va chiaramente distinto l’intervento in fase infantile e adolescenziale da quello in età adulta: nel primo caso il trattamento è reso più agevole perché la struttura ossea è ancora in via di sviluppo e rende più semplice la modifica. Non va trascurato il fatto che in età adulta l’overbite potrebbe avere effetti negativi importanti sulla salute complessiva del cavo orale poiché, come detto, in alcuni casi è foriero di malattie gengivali e carie.
Dopo aver effettuato le opportune radiografie per determinare il tipo di malocclusione si presentano le seguenti possibilità:

Bambini e adolescenti 

  • rimozione di denti da latte per fare adeguato spazio ai denti permanenti che cresceranno dritti
  • utilizzo di modificatori della crescita o dell’espansore palatale
  • trattamento ortodontico con apparecchio fisso
  • trattamento ortodontico con apparecchio trasparente
  • utilizzo del retainer per mantenere i denti in posizione dopo l’apparecchio

 

Adulti

  • trattamento ortodontico con apparecchio per riposizionare i denti
  • trattamento ortodontico con apparecchio trasparente per riposizionare i denti
  • chirurgia per correggere l’allineamento della mandibola
  • estrazione dentale per garantire più spazio agli altri denti

 

Il nostro studio è specializzato in ortodonzia quindi contattaci se stai valutando il trattamento ortodontico!

 

Ti aspettiamo presso il nostro studio di Ortodonzia a Parma! 

Siamo anche su FACEBOOK e INSTAGRAM.

 

No Comments

Sorry, the comment form is closed at this time.